Verbale concorso “il presepe più bello”

da | Gen 23, 2014 | Eventi | 0 commenti

Verbale della commissione di valutazione per l’assegnazione dei vincitori del concorso “ Il Presepe più bello”.

Il giorno 2 gennaio 2014 alle ore 9:00 si è riunita la commissione di valutazione, composta dal prof. Giorgio Telera, dall’artista Pio Ciuffreda e dal prof. Sante De Biase

Il giorno 2 gennaio 2014 alle ore 9:00 si è riunita la commissione di valutazione, composta dal prof. Giorgio Telera, dall’artista Pio Ciuffreda e dal prof. Sante De Biase, per decretare i vincitori del concorso “Il Presepe più bello”, indetto dall’Associazione Italiana Amici del Presepio sede di Manfredonia con il patrocinio del Comune di Manfredonia.

Dopo aver visionato tutte le opere presepiali a concorso, i membri della commissione all’unanimità hanno decretato i seguenti vincitori:

Per la sezione Scuole

3° classificato. Scuola primaria “ Madre Teresa di Calcutta” con la seguente motivazione: Il Presepe, realizzato in uno spazio bidimensionale, presenta una composizione ben equilibrata ed è realizzato con una tecnica originale e insolita. La Natività è ben evidenziata sotto un suggestivo cielo stellato. L’evento miracoloso della nascita del Salvatore si unisce alla curiosità e alla felicità insita nei bambini.

2° classificato. Scuola secondaria di 1° grado “Gian Tommaso Giordani” con la seguente motivazione: E’ stato dato ampio risalto alla Sacra Famiglia. Cristo nasce nella semplicità di una stalla. Nella essenzialità della scenografia si avverte simbolicamente la luce del Cristo nascente che sovrasta le tenebre del mondo rappresentate dal buio del vano retrostante che ospita il bue e l’asinello, simbolo dell’umanità prima della Sua venuta. Encomiabile la fattura delle statue modellate da mani esperte e sensibili e la rifinitura degli abiti che danno alle sculture un aspetto di fierezza e di umiltà.

1° classificato. Scuola dell’infanzia paritaria “Padre Pio” con la seguente motivazione: Originale l’idea con la quale è stato concepito il presepe sia per quanto riguarda i materiali utilizzati, sia per il luogo dove è stato collocato. Il presepe vive in un giardino colmo di piante. Dio si fa uomo nascendo dalla terra vera, tra i sassi, tra gli alberi e piante vere che respirano, quasi a simboleggiare la vita e la speranza. I personaggi del presepe, dipinti su tronchi sezionati, hanno lo sguardo rivolto verso il cielo, guardano in alto Dio dal quale ogni essere vivente proviene.

Per la sezione Parrocchie

2° classificato. Parrocchia “Spirito Santo” con la seguente motivazione: La centralità della Natività è parte essenziale dell’opera, sapientemente composta e inserita in una stalla diroccata simbolo di una umanità persa che Cristo farà rinascere con la sua venuta al mondo. Il tutto è reso prezioso dalla fattura di pregio con la quale è stata realizzata la scenografia.

1° classificato. Parrocchia S.S. Redentore con la seguente motivazione: Il presepe è inserito nella splendida ambientazione degli Eremi di Pulsano dai quali emerge un alto senso di spiritualità e di raccoglimento in preghiera per l’osservatore che guarda con stupore e in silenzio. Tutto ciò che è rappresentato converge verso la Grotta che è stata collocata in primo piano per evidenziare il lieto Evento. Lodabile è la fattura dell’opera eseguita con attenzione al minimo dettaglio e l’armonia della colorazione che si fonde con le luci cangianti delle varie fasi della giornata.

Per la sezione privati

3° classificato. Sig. Nicola Troiano con la seguente motivazione: per l’originalità della composizione nella quale trova un posto importante la Natività e per la sapienza artigianale con la quale è stata costruita la scenografia.

2° classificato. Sig. Michele Spagnuolo con la seguente motivazione: nel presepe si respira l’atmosfera dei luoghi in cui Cristo è nato e vissuto. Un paesaggio palestinese molto articolato e caratteristico, per l’insolita collocazione, costringe l’osservatore a guardare con la testa rivolta verso l’alto; ciò induce alla riflessione che chi è con Dio non deve mai abbassare lo sguardo, essendo fieri della Sua venuta al mondo e della Sua Parola.

1° classificato. Associazione marinai d’Italia con la seguente motivazione: il presepe unisce la spiritualità del lieto Evento al recupero storico della nostra cultura e dei luoghi ormai scomparsi che incuriosiscono chiunque ha sete di sapere. Gesù Bambino nasce sulla riva del nostro mare, tra la nostra gente, tra i pescatori che sono stati i suoi primi discepoli. La tecnica e i materiali utilizzati diligentemente conferiscono all’opera un certo fascino e originalità.

Manfredonia, 02.01.2014 La Commissione di valutazione

Pin It on Pinterest

Shares
Share This